Do NOT follow this link or you will be banned from the site!

Servizi

Valutazione rischi da violenza e molestie

Il tema della violenza sui luoghi  di lavoro è sempre più diffuso e ha destato particolare interesse negli ultimi anni, a partire dal recepimento della Convenzione ILO 190 sulla violenza e sulle molestie del 2019 (ratificata dal Senato italiano con legge del 15 gennaio 2021 n.4 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.20 del 26 gennaio 2021).   

Sempre più spesso le aziende si trovano ad affrontare questo argomento, per politiche aziendali e di buone prassi o per adempiere ad alcune normative         

Quando effettuare una valutazione rischi da violenza e molestie nei luoghi di lavoro?

  • Per investire nel miglioramento delle performance aziendali, garantendo un luogo di lavoro più sicuro e orientato al benessere

  • Per adempiere alle principali norme: ISO 45003 gestione dei rischi psicosociali, ISO 30415 su diversità e inclusione, D. Lgs.81/08 sicurezza e salute sul lavoro. In particolare la certificazione UNI PdR 125/2022 prevede che nel DVR ci sia la valutazione del rischio violenza e molestie 

  • Per aumentare la reputazione aziendale sia con i propri dipendenti che con i clienti

Proponiamo in collaborazione con Cesvor, leader in questo settore, un metodo di valutazione affidabile, coerente con le principali prassi di riferimento del settore che:

distingue la valutazione delle violenze di origine interna da quelle derivanti da relazioni con terze parti (es. pubblico, appaltatori).

individua i gruppi di personale omogeneamente esposto (ad es. chi lavora al call center, chi gestisce reclami, ecc.) e descrivere le categorie in condizione di maggiore vulnerabilità

procede a un'analisi del rischio raccogliendo con i metodi opportuni e con un appropriato livello di partecipazione i dati necessari a comprendere il contesto, i fattori di incertezza, i possibili danni, la presenza di fattori che aumentino la probabilità di danno, la presenza di fattori di mitigazione del rischio.

utilizza una scala o una matrice per la valutazione del rischio. Per le valutazioni di primo livello ("preliminari") è utilizzata una matrice di rischio qualitativa che include due variabili: vulnerabilità e esposizione, basate su dati organizzativi, per analisi più approfondite è utilizzata una matrici semi-quantitative per una valutazione parametrica basata sul confronto con dati statistici internazionali; in questo caso le matrici sono differenziate per i diversi tipi di episodio (es. violenze verbali, molestie fisiche, ecc.).

Fornisce indicazioni per azioni di riduzione del rischio, individuando il giusto mix di interventi di tipo primario, secondario o terziario secondo le necessità e le circostanze, in accordo con le indicazioni della gerarchia delle misure contenuta nella ISO 45003.

 

Per informazioni:
Tel. 0131 201570
elisa.bertana@ cesi.al.it
 

 

Per approfondire il tema scarica le slide  

Ce.S.I. srl - Centro Servizi per l'Industria - Società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento di Confindustria Alessandria
Via Legnano, 36/A - 15121 Alessandria
P.IVA 00900630062 - REA 132801 - C.I.V. EURO 26.400,00 - Posta elettronica certificata: cesi.srl@legalmail.it